Gae Aulenti

Gae Aulenti fu una donna poliedrica, nel corso della sua lunga carriera fu architetto e designer, ma anche scenografa, realizzando allestimenti per registi teatrali del calibro di Luca Ronconi.

All’anagrafe Gaetana, nome ereditato da una «nonna terribile», nasce a Palazzolo Stella (UD) il 4 dicembre 1927. Dopo la laurea in architettura conseguita al Politecnico di Milano nel 1953, comincia a lavorare seguendo prima il neorealismo e poi, verso la fine degli anni Cinquanta, il neoliberty. Tra i molti incarichi che le furono affidati nel corso della sua vita vi fu, negli anni Novanta, quello di presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

A lei si devono la riqualificazione della Gare d’Orsay a Parigi e di Palazzo Grassi a Venezia, la riprogettazione della piazza dell’ex stazione Leopolda a Firenze, del Museo d’arte asiatica di San Francisco e del nuovo piazzale Cadorna a Milano. Tra gli oggetti di design da lei realizzati, il più famoso è la lampada Pipistrello del 1965, progettata per uno showroom di Olivetti.

Muore nel 2012 a Milano, sua città d’adozione, poche settimane dopo aver ricevuto la Medaglia d’oro alla Carriera dalla Triennale di Milano.

A Gae Aulenti è stata intitolata, un anno fa, la piazza interna al nuovo complesso architettonico completato davanti alla stazione di Porta Garibaldi a Milano.

Le donne simbolo di Milano

29 Maggio 2018

Alda Merini

29 Maggio 2018

Fernanda Pivano

29 Maggio 2018

Gae Aulenti

29 Maggio 2018

Franca Rame

29 Maggio 2018

Mariuccia Mandelli

29 Maggio 2018

Alfonsina Strada

28 Luglio 2018

Franca Sozzani

29 Maggio 2018

Rosanna Schiaffino